Editoriale

  • Coca-cola e made in Italy – la nuova filosofia di Farinetti
    "Non ho venduto l'anima al diavolo. La cessione della Lurisia a Coca-Cola è un'ottima notizia per l'Italia. Le multinazionali non vanno demonizzate e bisogna lavorare con loro perché si comportino meglio”. “Sono favorevole a esportare le eccellenze italiane nel mondo e, in questo senso, sono contrario al cosiddetto chilometro zero». Eataly ha ceduto le storiche acque minerali e il chinotto piemontesi alla multinazionale per antonomasia. E pensare che nei punti vendita di Eataly, fondata da Oscar Farinetti e da lui…
in NO TAV&BENI COMUNI
Sardegna: 50 indagati e accuse di terrorismo per il movimento contro le basi militari

Sardegna: 50 indagati e accuse di terrorismo per il movimento contro le basi militari

È su tutti i giornali la notizia della prima chiusura indagini condotta dalla Digos di Cagliari e dal Reparto Antiterrorismo nei confronti di circa 50 attivisti. Le accuse sono varie,…

Sciopero e picchetto al Bar Campus dell’Università di Torino

Inizia il terzo giorno di sciopero con picchetto delle lavoratrici e lavoratori del bar Campus all’università di Torino. Sul Lungo…

Antifa Zuckerberg? Ma per favore...

Sulla chiusura dei profili social di Casapound e FN Diciamolo subito. A noi non dispiace che i profili social di…

PRECARIATO SOCIALE

Operai della Whirlpool bloccano l'autostrada Napoli-Salerno

Ieri centinaia di lavoratrici e lavoratori della Whirlpool hanno bloccato spontaneamente l’autostrada Napoli-Salerno, dopo l’annuncio della cessione dello stabilimento alla Passive Refrigeration Solutions (Prs), società con sede legale a Lugano, ma di cui non si sa praticamente nulla, cui farebbe capo Giovanni Ferrario (ex ad di Pirelli ed Italcementi). Lo ha annunciato l'ad Luigi La Morgia. La cessione del ramo d'azienda partirà oggi.

NO TAV&BENI COMUNI

Laudato SI(TAV): La Busiarda raschia il fondo e Bergoglio diventa sitav

Quando si parla del grande buco, si sa, tutto è concesso ai nostrani professionisti dell’informazione. Manipolazioni, dati falsi, omissioni, cattiva fede, pure e semplici menzogne si mischiano da sempre con più o meno consapevolezza nel grande calderone dell’informazione sitav. Quello che abbiamo visto, però, ieri su La Stampa tocca davvero vette inaudite o meglio… raschia il fondo fino a dove non credevamo fosse possibile arrivare.

Notes

Culture

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);