ssssssfff
Articoli filtrati per data: Wednesday, 20 Luglio 2022

Sciopero generale della logistica promosso da USB e SI.Cobas contro l’infamante e gravissima operazione repressiva messa in campo dalla procura di Piacenza martedì 19 luglio nei confronti dei sindacati di questi sindacati conflittuali e di base. Sei compagni sono stati messi agli arresti domiciliari: 4 del Si Cobas e 2 dell’Unione Sindacale di Base, più altre due misure restrittive nei confronti di altri due militanti USB.

Pesantissime le accuse: associazione a delinquere per violenza privata, resistenza a pubblico ufficiale, sabotaggio e interruzione di pubblico servizio. Il teorema accusatorio fa riferimento alle lotte condotte nei magazzini della logistica di Piacenza dagli anni 2014 al 2021. Per la procura gli scioperi sarebbero stati indetti con motivazioni pretestuose e fini “estorsivi”. In risposta all’ondata repressiva i due sindacati sono in sciopero e hanno lanciato un appello a realizzare presidi e proteste in tutta Italia, oltre che partecipare ad una manifestazione nazionale sabato a Piacenza.

Questa mattina, mercoledì 20 luglio, presidi in corso in 14 citta’. Altri si svolgeranno nel pomeriggio e nei prossimi giorni.

Il collegamento con Alessandro Scattolo della nostra redazione da Piazza Duomo a Brescia, da dove arriva anche la foto del post.  Ascolta o scarica

Il collegamento con Alessandro Zadra dei Si-Cobas dal presidio in corso davanti alla Prefettura a Milano Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

 

PREFETTURA PRESA D'ASSALTO A NAPOLI: LIBERTÀ IMMEDIATA PER TUTTI GLI ARRESTATI

Stamattina a #Napoli in #solidarietà agli 8 sindacalisti arrestati un corteo di lavoratori e lavoratrici, disoccupate e disoccupate e solidali/e si è mosso dal Comune fino ad assaltare l'ingresso della Prefettura

In tutta Italia sono in corso decine di mobilitazioni in solidarietà che si sommano ai magazzini svuotati e in #sciopero per chiedere l'immediata fine delle misure cautelari scattate per le assurde accuse nei confronti di quelle lotte che hanno migliorato sostanzialmente la condizione di lavoratori e lavoratrici della logistica.

Questa giornata è solo l'inizio. La battaglia proseguirà, con i disoccupati in lotta nelle metropoli, tanti solidali nelle piazze e i lavoratori in sciopero sui posti di lavoro, fino alla libertà di tutti i colpiti dalla repressione e al miglioramento delle nostre vite.

LO STATO ATTACCA, RISPONDIAMO CON SCIOPERO E MOBILITAZIONE GENERALE.

ALDO, ARAFAT, CARLO, MONTANARI, ISSA, BRUNO: LIBERI SUBITO!

294733321 423665679785985 4144721089594432666 n

Da Laboratorio Politico Iskra

UNA MAREA A PIACENZA ED IN TUTTE LE CITTÀ.

Sono in corso in tutta Italia scioperi e mobilitazioni per chiedere la liberazione immediata dei compagni agli arresti domiciliari.

Queste sono le immagini del partecipatissimo corteo svoltosi in prima mattinata a Piacenza nelle aree del polo logistico di Castel San Giovanni.

 

 

Informazioni aggiuntive

  • notizia Live normale

Il 10 marzo 2022 la Questura di Torino ha dato il via ad una nuova operazione ai danni di diversi tra attiviste e attivisti del Centro Sociale Askatasuna con l’accusa prima di associazione sovversiva, poi diventata a delinquere.

L’Askatasuna è una realtà storica torinese che esiste da oltre 25 anni e in tutto questo lungo tempo ha sempre fatto parte, fin dall’inizio, del Movimento No Tav. Insieme abbiamo scritto la storia della Valle che Resiste. Fatta di lotta, gioia, amore per la Terra e per un futuro dignitoso e libero dalle ingiustizie sociali.

Quello firmato dal Tribunale di Torino è l’ennesimo attacco diretto a tutte le lotte che in Italia tentano di modificare l’esistente, quel presente amaro e ingiusto che affossa i più deboli, distrugge i territori, rafforzando costantemente sempre e solo i più forti e i più ricchi.

Negli ultimi giorni abbiamo visto come l'attacco alle lotte sociali è generalizzato ed utilizza indebitamente il reato di associazione a delinquere per colpire chiunque si organizzi per costruire delle condizioni di vita e di lavoro migliori come dimostrano le inchieste a carico dei sindacalisti della logistica di SI Cobas e USB a cui va allo stesso modo la nostra piena solidarietà.

Questi attacchi devono farci capire che è tempo di resistenza e che solo insieme possiamo fare la differenza.

In un momento in cui la crisi climatica e quella sociale dovrebbero portare ad un ripensamento complessivo del nostro modello di sviluppo, resistere al cemento ed alla speculazione dovrebbe essere una medaglia al valore. Ma è evidente: il governo traballante di Draghi e la classe dirigente del nostro paese utilizzeranno i soldi del PNRR, i nostri soldi per intensificare lo sfruttamento e la spoliazione dei territori. Sono loro i veri criminali!

Ecco perché il Movimento No Tav dà la sua totale solidarietà al Centro Sociale Askatasuna e invita tutte e tutti a fare lo stesso per la comunità che è riuscita a creare in tanti anni tra centinaia di attività a Torino, iniziative politiche, sostegno ai più deboli, lotta per la casa e lotta agli sfratti.

“Si parte e si torna insieme” non è solo uno slogan vuoto, ma è la promessa che non ci gireremo mai dall’altra parte, soprattutto quando la situazione si fa più scomoda. La nostra è un’enorme associazione che coinvolge chiunque in questo mondo lotti per un futuro migliore in armonia con la natura: un’associazione a resistere!

Da notav.info

Informazioni aggiuntive

  • notizia Live normale

Il 21 Luglio, al Casale Alba 2, dalle 18 si terrà una discussione per costruire una campagna di solidarietà nei confronti delle persone che stanno pagando la repressione legata alla grande manifestazione nazionale che si tenne a Roma il 15 Ottobre del 2011.

Insieme ad un compagno dei movimenti per il diritto all'abitare, e alle corrispondenze dell'avvocata Simonetta Crisci e di una compagna di Cosenza dell'associazione Yairaiha, cerchiamo di inquadrare l'utilizzo del reato di devastazione e saccheggio e l'attacco giudiziario nei confronti di chi alza la testa.

Avvocata Simonetta Crisci

Associazione Yairaiha

Da Radio Onda Rossa

Informazioni aggiuntive

  • notizia Live normale

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons