ssssssfff
Articoli filtrati per data: Sunday, 13 Settembre 2020

Dopo 5 giorni di sciopero della fame, Cesare Battisti, sarà trasferito dal carcere sardo di Oristano, dove è stato posto in isolamento, a quello calabrese di Rossano (Cosenza), dove sarà recluso nel circuito di alta sicurezza 2.

Il Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria) ha respinto, col parere conforme della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, la richiesta di ottenere un regime detentivo più mitigato da scontare a Roma o Milano.

Battisti qualche giorno fa aveva iniziato la protesta, scrivendo un testo che poi è stato dato al suo avvocato, sostenendo “non mi hanno dato scelta: sono stato costretto ad uno sciopero totale della fame. Sono sequestrato: il sequestro è iniziato il 12 gennaio 2019 in Bolivia, continua oggi nell’Isola di Sardegna. Mi sento oltre che prigioniero politico anche prigioniero di una sporca guerra, guerra tra lo Stato e la lotta armata e non del periodo delle grandi contraddizioni sociali che hanno sconvolto l’Italia dalla fine degli anni ’60 agli inizi degli anni ’80”.

Il commento della nipote, Francesca Battisti Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Informazioni aggiuntive

  • notizia Live normale

La polizia tedesca ha attaccato la lunga marcia del movimento giovanile curda a Bardowick, in Bassa Sassonia e diversi attivisti sono stati arrestati con la forza.

Da sei giorni il movimento giovanile curdo manifesta per la libertà di Abdullah Öcalan con una "lunga marcia" da Hannover ad Amburgo.

Alla manifestazione partecipano curdi e internazionalisti di diversi paesi europei, gli organizzatori hanno informato l'ANF che i giovani sono stati fermati sul treno durante il tragitto dal loro alloggio a Lüneburg, dove hanno trascorso la notte precedente, fino al punto di partenza della tappa di oggi a Winsen-Luhe alla stazione ferroviaria di Bardowick.

La polizia sostiene che gli attivisti non hanno comprato i biglietti del treno e hanno attaccato gli ispettori mentre gli attivisti hanno negato le accuse e hanno detto che non c'è stato alcun attacco agli ispettori.

kurted

Ha spiegato uno degli organizzatori "La polizia tedesca sta cercando di fermare la manifestazione con pretesti inconsistenti", ed ha aggiunto: "Fin dall'inizio si è cercato di impedire la manifestazione autorizzata. Già al momento della registrazione, la polizia ha cercato di impedire la manifestazione. Ora si sta facendo di tutto per impedirci di venire ad Amburgo con un controllo dei biglietti".

In precedenza era stato fatto un tentativo di modificare il percorso autorizzato. Anche se la manifestazione per la libertà di Abdullah Öcalan si sta svolgendo, le immagini del leader curdo sono proibite. Gli attivisti dicono: "Siamo rimasti calmi nonostante tutto. Sono i collaboratori dello Stato fascista turco che vogliono attaccarci e fermarci".

Secondo le prime informazioni, tre o quattro giovani sono stati arrestati con la forza. Alcuni si dice siano stati feriti. Ai giornalisti viene impedito di fotografare e filmare gli eventi della giornata.

Informazioni aggiuntive

  • notizia Live normale

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons