a
Header



Sabato 03 Marzo 2012 22:22

#Occupy Pisa: piazza Dante in festa!

  • altSono passate più di due settimane dall'inizio del presidio permanente di occupy Pisa in piazza Dante, giorno dopo giorno sempre più persone si avvicinano, partecipano, portano il proprio contributo e la propria esperienza con l'obiettivo di concrettizzare il non pagamento del debito.
    Un'esperienza, quella di occupy piazza Dante, che sta crescendo e si sta arricchendo sempre di più divenendo punto di riferimento per i tanti – studenti, famiglie, sfrattati, disoccupati – che credono nella possibilità di non pagare la crisi e di poter 'mettere insieme il 99%'.

    E' da questa ricchezza che è nata la giornata di festa e socialità di oggi, che nei giorni scorsi ha visto il comitato 'vicini di casa', occupy Pisa e i commercianti della piazza costruire i diversi momenti, dal mercato del baratto al pranzo, dalla merenda all'animazione per i bimbi.
    Così oggi piazza Dante, cuore della città universitaria, che nei fine settimana si svuota, è stata attraversata da decine e decine di persone: studenti, famiglie, bambini, migranti, che hanno così rotto la logica che vede Pisa continuamente divisa tra ciò che è 'universitario' e ciò che è 'cittadino'.

    Già dalla mattina in tanti hanno dato vita al 'mercato del baratto', uno dei tanti modi per cominciare a rispondere alla crisi che ha riscosso tantissimo successo. Intorno alle 13:30 i cuochi della mensa popolare hanno sfornato le lasagne, tutti intorno al tavolo per proseguire la giornata. Subito dopo pranzo è cominciato il torneo di street soccer 'dai un calcio alla mafia finanziaria', contemporaneamente ha preso il via l'animazione per i bimbi che si sono divertiti seguendo un pagliaccio sui trampoli che distribuiva palloncini. A metà pomeriggio è arrivata la merenda per tutti, organizzata con i commercianti della piazza che hanno messo a disposizione dolci, pane e cioccolata. Nel frattempo uno dei bar della piazza, da quando è nato il presidio, ha deciso di istituire il 'caffè-crisi' a 70 centesimi.

    La giornata è andata poi a concludersi con la volontà di tutti di dare vita a nuovi momenti come questo e di proseguire nel percorso di occupy pisa, segno di una crescente volontà di dare una risposta dal basso alla crisi, di partecipare e di vivere una socialità altra.

    Galleria immagini