a

 


Giovedì 23 Maggio 2013 16:21

Sisma Emilia: la retorica del ricordo.

Come era prevedibile all’arrivo dell’anniversario del sisma che ha sconvolto l’Emilia i giornali sono pieni di articoli dei vari politicanti che ricordano con parole cariche di commozione quei tragici eventi, ponendo l’accento sulla grande energia degli emiliani che in un solo anno sono stati in grado di risollevarsi. Ovviamente in prima fila c’è il Commissario Errani, che dopo mesi di silenzio è tornato al centro dell’attenzione con la presentazione del dossier “A un anno dal terremoto”. In esso viene esaltato…
Sabato 4 maggio è partita a Modena una nuova fase del percorso di lotta per la casa. In questa giornata, infatti, si è svolto in città un corteo indetto dal “Comitato lavoratori per il diritto alla casa”: un neonato comitato che include lavoratori da tutta la provincia, molti dei quali migranti. Il corteo, composto da circa trecento persone, ha visto la partecipazione di diverse realtà cittadine e non solo, tra cui il collettivo Prendocasa Modena, lo Spazio Guernica, il Collettivo…
Quasi un anno è passato dal terremoto che ha scosso l’Emilia ed è ancora tutto fermo, come dimostra il numero di pratiche presentate per ottenere la famosa “cambiale Errani”: circa 400 su oltre 30000 edifici danneggiati! I comitati presenti sul territorio non stanno di certo a guardare. Al contrario, si sono coordinati e insieme hanno elaborato una serie di modifiche da apportare al sistema legislativo messo in piedi dalla struttura commissariale, per fare sì che l’interesse dei terremotati venga posto…
Mentre la Fiom-Cgil chiama alla mobilitazione per il 18 di maggio, ancora una volta di sabato e ancora promettendo che sia solo l'inizio di una lunga battaglia (incredibilmente lunga!), in diversi territori continuano le lotte dei lavoratori di aziende in crisi. Modena è tra questi luoghi e, venerdì 5 aprile si é vista la nuova mobilitazione dei lavoratori della Terim, impegnati da tempo nella difesa del posto di lavoro e nel rilancio di un modo nuovo di produzione e gestione…
Martedì 02 Aprile 2013 21:42

Il fondo del barile

Tra gli effetti collaterali del governo storicamente “rosso” della città di Modena, addirittura definita da alcuni “sede del comunismo più estremo”, c'è quello di aver prodotto un “personaggio” politico come il senatore  Giovanardi. Ogni giorno questo “emerito” modenese ci delizia con prese di posizione deliranti sui diritti civili o su altri episodi, dei quali egli propone una lettura che poco tiene conto delle evidenze fattuali (citiamo il caso Aldrovandi, quello di Stefano cucchi, le questioni sugli omosessuali oppure le grandi…
Nel silenzio sociale più assoluto a Modena iniziano le ricadute del "modello Marchionne" all'interno degli stabilimenti a marchio Fiat. Da una parte in Cnh (l'azienda che produce trattori) sono stati tagliati gli stipendi ai lavoratori in malattia, in particolare a quelli che subiscono malesseri di breve durata; invece alla Ferrari vengono cambiati gli orari dal giorno alla notte, senza nessuna consultazione che passi attraverso le classiche assemblee dei lavoratori.   Proviamo ad entrare nel dettaglio.   In seguito alla denuncia…
Lunedì 11 Marzo 2013 00:14

#8M Sciopero sociale a Modena

Nella mattina dell'otto marzo gli studenti modenesi si sono ripresi piazze e vie della città di Modena all'interno dello sciopero sociale, dando continuità alle mobilitazioni avvenute nella giornata del 15 febbraio. Una giornata importante per le lotte nel mondo dei saperi, che ancora una volta nonostante il clima avverso, ha visto centinaia di studenti scendere in piazza in difesa della scuola pubblica e per esprimere  contrarietà alle politiche di austerity e al sistema della rappresentanza politica, basato sulla delega del…
Vignola_Nel pomeriggio di sabato 2 marzo,  oltre 200 persone sono scese per le vie di Vignola per rivendicare il diritto alla casa. Indetta dal neo nato comitato LAVORATORI PER IL DIRITTO ALLA CASA, dopo molti anni a Vignola si è assistito ad una manifestazione di protesta ma anche di rilancio sul tema del diritto alla casa. Diritto alla casa che ha cominciato ad emergere a metà 2011 quando per iniziativa spontanea di una famiglia (madre e figlia) hanno deciso in…
In tutta Italia oggi gli studenti medi sono scesi nelle piazze, portando conflittualità e scegliendo la lotta, non il voto e la rappresentanza. Modena non è scesa in piazza, lo farà l'8Marzo #8M. Questa scelta non ha evitato che la città Geminiana, all'interno del #15F di lotta, venisse sanzionata dagli studenti che attraverso una serie di azioni sono andati, nella notte, a colpire banche, partiti e tutti quei soggetti complici della crisi. Tra i partiti sanzionati c'è stata anche la…