a

 


Sabato 12 Marzo 2011 13:46

Multe agli studenti per la manifestazione contro la Gelmini del 14 dicembre

  • casridotta-4c9f263b1c72cNella giornata di venerdì 11 marzo, con gesti intimidatori, ora mai di consuetudine per la città di Modena, non abituata al fatto che giovani, lavoratori e precari, abbiano deciso di riprendersi in mano la propria vita, mettendo in campo lotte e antagonismo quotidiano, la questura, si è presentata all'interno di due istituti scolastici della città per consegnare a due studenti, componenti del C.A.S., una multa di 102 euro, con l'accusa di avere strappato manifesti durante la manifestazione del 14 dicembre, manifestazione indetta contro riforma gelmini che ha visto più di 1000 studenti sfilare, vogliosi di riprendersi in mano la città e la propria vita.

    Quello di cui siamo certi, è che il tentativo di mantenere la pace sociale nella città di Modena, la quale sta vivendo un fallimento completo delle politiche sociali attuate dall' amministrazione, sarà un tentativo vano e inutile.

    Pubblichiamo il comunicato dekl C.A.S.

     

    Oggi, 11 marzo all’Istituto Superiore C.Cattaneo abbiamo, come studenti, assistito all’ennesimo atto repressivo della questura e delle istituzioni tutte. E’ stata recapitata direttamente nell’ufficio del Dirigente Scolastico dell’Istituto  una sanzione pecuniaria penale nei confronti di uno studente, accusato di avere strappato manifesti elettorali durante la manifestazione degli studenti medi modenesi del 14 dicembre 2010. Lo studente è stato accolto nell’ufficio del Preside da alcuni ispettori della D.I.G.O.S che gli hanno comunicato le motivazioni del provvedimento.

    Il 14 dicembre è stato per il movimento studentesco modenese un avvenimento di grande impatto a livello di conflitto e contropotere portato nelle piazze. Le sanzioni che arrivano direttamente alle scuole e che colpiscono singolarmente gli studenti, che con rabbia e orgoglio hanno partecipato a quella significativa data, sono l’ennesima azione repressiva e disciplinatoria messa in atto da chi vuole solamente ostacolare non solo il movimento ma anche la libera espressione di ogni studente manifestante. Quattro o cinque manifesti elettorali strappati non solo ci sembrano poca cosa ma sicuramente questa sanzione non ci fermerà anzi, saranno molti di più i manifesti strappati nelle prossime occasioni.

    A ogni multa, a ogni sanzione, a ogni denuncia sarà una barricata! Prenderemo anche noi le nostre misure contro questi provvedimenti e ben presto ci faremo sentire.  Non ci stiamo e continueremo a seguire questa rotta verso la rivoluzione perché il vento non lo potete fermare nemmeno voi!