a

 


Lunedì 02 Maggio 2011 11:53

1 maggio a Modena: lotta e socialità invadono la città

  • 1maQuello di oggi è stato un 1 maggio particolare per Modena. Nella mattinata riuscita contestazione alla manifestazione istituzionale, in cui a parlare era il segretario provinciale della Cisl.

    Un centinaio tra antagonisti, operai e studenti hanno pesantemente contestato il comizio di Falcone, mettendo in luce l'atteggiamento servile e compiacente che la Cisl sta avendo nei confronti di quelle politiche autoritarie e repressive che stanno distruggendo i diritti dei lavoratori.

    Numerosi gli slogan contro Bonanni, ma anche contro la Gelmini, Marchionne e Berlusconi, sintomo della crescita di un fronte di opposizione sociale alle politiche della crisi e dell'austerità.

    Nel pomeriggio presso lo Spazio antagonista occupato Guernica si sono ritrovati numerosi giovani, assieme ai ragazzi del Laboratorio hip Hop per un momento di socialità all'interno dello spazio occupato da oltre 5 mesi.

    Da li ci si è mossi insieme, seguendo il camion, sul quale era stato allestito un sound system, per raggiungere il centro della città, occupando temporaneamente piazza della pomposa, luogo simbolo per i giovani modenesi, dando vita a dibattiti e concerti con la collaborazione di Kento e virux.

    Ancora una volta l'antagonismo sociale scende in strada, invade le piazze e rovescia contenuti di lotta, gioia e riappropriazione uscendo dallo spazio sociale per investire il tessuto cittadino.

    Un altro tassello nella costruzione di uno spezzone antagonista allo sciopero generale del 6 maggio, con la parola d'ordine della generalizzazione dello sciopero.

     

    Infoaut modena