a
varie

Gli apparati di controllo e prevenzione continuano ad affinare le loro tecniche. Questo é un fatto ormai abbastanza noto. Per far sì che si possa essere in grado di eludere e tener testa alle sempre nuove situazioni che ci troviamo di fronte, sarebbe necessario informarsi e mettere in atto tattiche comuni e condivise. Le note che seguono sul prelievo coatto del DNA vogliono essere un contributo che va in questa direzione. Da qualche mese sembra che il governo italiano abbia…
Continuano le uccisioni di afroamericani da parte della polizia americana. Questa volta è successo a Cincinnati, nell’Ohio dove Samuel DuBose, 43 anni, è stato colpito alla testa da un proiettile sparato dall'agente di polizia bianco Ray Tensing, 25 anni. Le immagine diffuse ieri risalgono al 22 luglio scorso e sono state riprese dalla telecamera personale dell'agente Ray Tensing: il poliziotto ferma l'auto di Samuel DuBose che viaggia senza targa anteriore. L'agente si avvicina al finestrino del lato guidatore e chiede…
Sono passate solo 48 ore dai fatti ma sulla morte di Mauro Guerra gli organi di informazione hanno fornito già svariate versioni dell’accaduto. Troppe volte in casi simili i giornalisti hanno preso per buona la versione fornita dalle Autorità senza prima recarsi sul posto e sentire i testimoni ottenendo come risultato quello di far assimilare la notizia all’opinione pubblica in maniera non sempre corretta. Ricordiamo tra tutti il caso di Federico Aldrovandi e i titoli dei giornali del giorno dopo…
Mercoledì 22 Luglio 2015 13:04

Giù le mani dai nostri ulivi!

Il 16 Luglio 2015 si è svolta ad Oria la fiaccolata-manifestazione in memoria dei 47 ulivi sradicati il 7 Luglio in c.da Frascata. Il corteo è partito dal paese e, percorrendo la campagna oriatana, si è concluso nei luoghi del massacro delle piante. La partecipazione è stata sicuramente importante e dignitosa. Nonostante non ci sia stata una grande presenza locale, l’adesione delle tre province salentine è stata significativa, a riprova della solidarietà costruita in questi ultimi tempi. Sebbene l’invito a…
Dopo l'operazione da parte della polizia dello scorso maggio, in cui furono arrestate due persone con l'accusa di far parte di Anonymous, oggi arriva la prima reazione del gruppo di hacker che decide di bucare i siti di Siap polizia, e defacciare i siti di Sappe Lombardia e Toscana, oltre a pubblicare senza alcuna censura i dati dei database della polizia: indirizzi email, password, codici fiscali e altre informazioni saranno di libero dominio, visibili da chiunque. Qui sotto il comunicato…
Camicia bianca, capello alla moda e jeans. Abiti civili per il dirigente della piazza durante gli scontri fra neofascisti di Casapound e polizia in via del Casale di San Nicola, periferia residenziale di Roma. È lui l'agente che, avvicinandosi ai neofascisti, avvisa i camerati: “Mi sono arrivati due sassi in testa, se non ve ne andate vi arresto tutti”. Il dirigente in questione è Adriano Lauro (nella foto a destra in camicia bianca), un nome riconducibile alle giornate di Genova…
Il caso della bambina palestinese che piange di fronte alla freddezza della Merkel è diventato una parodia di The Jackal. Da notare come la Merkel, dopo la pessima figura, ha annunciato che la bambina insieme alla sua famiglia, potrà rimanere in Germania. Scenetta ipocrita della Merkel che cerca di rifarsi un immagine mentre condanna il popolo greco a nuovi e inutili sacrifici. Che i Jackal fossero dei coglionazzi lo pensavo da tempo. Oggi è arrivata l’ennesima conferma. L’ultima loro “parodia”…
Aggiornamento h18: E' terminata l'operazione di sgombero con gli occupanti identificati e due portati via dalla polizia perchè senza documenti. Si conferma di nuovo come a Roma il problema abitativo venga gestito unicamente in termini di ordine pubblico, soprattutto quando a muoversi sono quei movimenti che sono stati estranei alle dinamiche di Mafia Capitale, e che anzi con le proprie iniziative e occupazioni negli anni sono stati capaci di essere un problema per questo modo di gestire la città e…
La segnalazione è partita dalla rete ed è quanto emerge dagli atti pubblicati sul sito di Expo Milano 2015. Nel 2012 l'Expo ha donato 60mila euro alla curia arcivescovile di Milano per l'organizzazione del “Family Day”. Un altro esempio di come, all'ombra del grande evento, avvenga una spartizione di denaro pubblico tramite una fitta rete di soggetti connessi da rapporti clientelari e interessi economici. Tra questi figura anche la curia arcivescovile di Milano, che, tra l'altro, non ci pare un'ente…
Pagina 1 di 70