a



varie

Dopo più di quindici giorni di blocchi alla raffineria, la protesta degli operai dell’Eni a Gela non si ferma; oggi corteo e picchetti alla Enimed, consociata dell’azienda, e duemila in corteo cittadino. Mentre i dirigenti di Eni nelle ultime ore smentiscono la chiusura dello stabilimento preannunciando un investimento e una riconversione industriale per due miliardi di euro, dalle parti della raffineria i milletrecento operai che rischiano il licenziamento continuano a protestare e a manifestare, non riponendo molta fiducia nelle parole…
Sabato 19 Luglio 2014 16:23

Infoaut Connection is loading...

La redazione di INFOAUT invita alla partecipazione di quattro giorni e quattro notti di discussione collettiva, workshop, approfondimenti, presentazioni di libri, concerti, djset, writing, reading, dal e per il nostro mondo ad alta tensione. Dal 17 al 20 settembre nel giardino e negli spazi del Laboratorio Crash di Bologna costruiremo insieme una connessione sperimentale tra saperi, punti di vista, pratiche e immaginari che da anni raccontiamo sulle nostre pagine online e in diretta radio con lo streaming di Radio Infoaut.…
Sabato 19 Luglio 2014 11:50

Processo Cipe: una sentenza già scritta In primo piano

Si è concluso ieri con 4 condanne il primo grado del processo riguardante i fatti avvenuti di fronte al Cipe di Roma il 9 marzo del 2012 (qui gli avvenimenti di quella giornata). Una sentenza tutta politica che ha visto il giudice Paola De Nicola emettere condanne che vanno dai 6 mesi a 1 anno e 6 mesi, nonostante il pubblico ministero avesse chiesto l'assoluzione piena per tutti gli imputati. Tra di loro anche Paolo Di Vetta, a cui è…
Mercoledì 16 Luglio 2014 20:17

Nuove misure cautelari per il #12A. Mobilitiamoci tutt@! In primo piano

Questa mattina la digos ha notificato in diverse città una decina di denunce, tra cui 4 misure cautelari, per la manifestazione nazionale del 12 aprile, giornata in cui decine di migliaia di persone sono scese in piazza contro il Jobs act, il Piano casa e le politiche di austerity del governo Renzi. Misure che si sommano agli arresti domiciliari che Paolo e Luca sopportano da 59 giorni e ai numerosi obblighi di firma da 6 mesi per la manifestazione del…
Mercoledì 16 Luglio 2014 14:05

Lettera da Michele in isolamento

«Carcere di Asti, 11 luglio 2014 Ciao cari, sono in isolamento disciplinare per una settimana. Mi volevano mettere in isolamento con cella “liscia” (senza nulla), ma mi sono legato al blindo con una cintura e non hanno voluto portarmi con la forza, quindi resto in sezione con blindo chiuso. Pretendevo di sapere i motivi del divieto d’incontro con Andrea, ma soprattutto che venisse tradotto in sezione invece che rimanere ai “transiti” (PTB). I “Transiti” sono fatti per rimanerci due o…
Venerdì 11 Luglio 2014 13:34

Emilia: Errani condannato si dimette

Continuano ad uscire gli scheletrini dagli armadi dei democratici. Vasco Errani, dopo 15 anni di reggenza in regione Emilia-Romagna si è dimesso. Condannato in appello per falso ideologico, ha fatto la parte dell’integerrimo servo dello Stato e ha addirittura rifiutato gli inviti della segreteria Pd a ripensare alla sua scelta. In nome dell’onore suo e delle istituzioni, ha dichiarato. Orsoni, il collega democratico ed ex sindaco di Venezia, arrestato nell’ambito dell’inchiesta Mose, avrebbe fatto meno l’eroe ed il granitico. Purtroppo…
Pubblichiamo una lettera scritta da Tommaso (uno degli arrestati per le giornate di mobilitazione del cosiddetto "Movimento 9 dicembre") durante la sua detenzione agli arresti domiciliari, che finora non aveva potuto rendere pubblica per le restrizioni sulla comunicazione cui era sottoposto. Di ieri, però, la buona notizia che il giudice ha acconsentito a tramutare gli arresti domiciliari in obbligo di firma, così che Tommaso è tornato nuovamente (quasi) libero. Cogliamo quindi l'occasione per proporre le sue riflessioni su quelle giornate…
Mercoledì 09 Luglio 2014 13:15

Libertà sospese: lettera di Luca e Paolo dai domiciliari In primo piano

Pubblichiamo una lettera di Luca e Paolo scritta dagli arresti domiciliari, cui sono costretti dallo scorso 20 maggio. Liberi subito, liberi tutti! Sono oramai 52 giorni che ci troviamo, di nuovo, agli arresti domiciliari: privati della nostra libertà, della possibilità di vivere nelle nostre abitazioni (perché occupate), per uno di noi senza nemmeno il “beneficio” di poter andare a lavorare. In questi 52 giorni non è neppure stata fissata la data per l’udienza di riesame a cui abbiamo fatto appello…
Da domenica mattina gli operai della raffineria Eni a Gela, bloccano gli ingressi dello stabilimento. Il progetto della multinazionale non lascia dubbio su quella che potrebbe essere una quasi totale dismissione della raffineria a scapito di milletrecento posti di lavoro. Da tre giorni sia gli operai della raffineria, sia quelli dell'indotto bloccano gli ingressi dello stabilimento Eni garantendo solo un regime lavorativo minimo per ragioni di sicurezza e manutenzione. Da mesi lo stabilimento di lavorazione del petrolio è fermo a…
Pagina 1 di 52