a

 

PRIMA PAGINA

Mercoledì 26 Aprile 2017 20:04

Rio em guerra: la polizia uccide, ruba e tortura nelle favelas In primo piano

Il complexo do Alemão è un mega quartiere di oltre 70 mila abitanti della zona nord della metropoli carioca, la sua parte più povera. Da qualche settimana il quartiere è al centro di una guerra decisa dal comando della UPP, Unidade de Polícia Pacificadora, un corpo di polizia comunitaria dello stato di Rio de Janeiro istituito nel 2008 con il compito di installare, attraverso la Polizia Militare, avamposti dello Stato nelle favelas per combattere criminalità e narcotraffico. La UPP svolse…
Martedì 25 Aprile 2017 16:24

Il NO dei lavoratori e Alitalia In primo piano

E’ arrivato poco dopo la mezzanotte il risultato definitivo del referendum tenutosi ieri per i dipendenti Alitalia. Il referendum chiamava al voto sul pre-accordo proposto dagli azionisti della “compagnia di bandiera” e controfirmato da tutti i sindacati confederali e di settore. Le percentuali sono state abbastanza nette, 67% per il no, 33% per il si. I lavoratori hanno detto no al ricatto dell’azienda. Se ne parlava da giorni, le operazioni di voto sono iniziate giorno venti e si sono concluse…
[VEDI ANCHE IL NOSTRO EDITORIALE DI COMMENTO AI RISULTATI DEL PRIMO TURNO -> http://www.infoaut.org/index.php/blog/editoriali/item/18623-le-guerre-civili-in-francia] La Francia che si avvia al primo turno delle elezioni presidenziali, previste per questa domenica, è un paese nervoso, frammentato a livello sociale e politico, dove differenti spinte centrifughe sembrano preludere ad una situazione ancora più esplosiva che accoglierà il nuovo o la nuova presidente. L'ennesimo attentato degli Champs Elysees ha mostrato, come era facile intuire, l'inutilità della morsa repressiva che attanaglia il paese sin dai…
Mercoledì 19 Aprile 2017 12:56

Cosa succede in Venezuela? In primo piano

  Nella crisi del progetto socialista una sollevazione popolare non del tutto assimilabile all'opzione restauratrice anti-bolivarista anima le proteste contro il governo. Cosa succede nel paese del chavismo?    Alcuni fatti all'origine della recente crisi politica   Con una sentenza, nella notte tra il 29 e il 30 marzo il Tribunale Supremo della Giustizia venezuelano (TSJ), uno dei cinque organi supremi dello Stato, assume i poteri dell'Asamblea Nacional, il parlamento unicamerale, i cui seggi, dalle elezioni legislative del dicembre 2015,…
In Turchia vince il Si, ma di poco. Con solo il 51% dei voti verrà modificata la Costituzione turca che darà maggiori poteri al Presidente della Repubblica, Recep Tayyip Erdogan. Le opposizioni denunciano brogli sul 3-4% dei voti che avrebbero fatto la differenza dati i risultati finali. In pratica sarebbero spuntate fuori, secondo le opposizioni al leader dell'AKP, Partito della giustizia e dello sviluppo, alcune schede senza timbro ufficiale, ma ci vorranno altri 10 giorni prima che la commissione elettorale…
Lo sgancio in Afghanistan della "Massive ordnance air blast" (Moab), altrimenti ribattezzata "Mother of all bombs", l'ordigno convenzionale più potente mai utilizzato nella storia, segna in maniera netta la direzione presa dalla presidenza Trump rispetto alla politica estera del paese. Svanita ogni tentazione di isolazionismo in campo di politica estera, anche la nuova amministrazione si inserisce nel solco dello storico ultra-interventismo bellico statunitense, tra i plausi dei falchi neo-con e dei democratici neoliberisti come Clinton e Kerry che si sono…
  Il 15 febbraio 2017 in un aula del tribunale di Torino lo stupratore Massimo Raccuia, ex commissario della Croce Rossa, veniva assolto con formula piena dalla giudice Diamante Minucci dall'accusa di molestie e stupro nei confronti di una propria dipendente presso gli ospedali torinesi. Il pm chiedeva Marco Sanini aveva chiesto dieci anni per l'imputato. Ma, secondo la giudice la reazione di Laura alla violenza, non avvalorava l'ipotesi di stupro perché la donna non aveva urlato. Non basta, le…
Lunedì 10 Aprile 2017 11:22

Lucca contro il G7 [diretta] In primo piano

h: 19.45 Il corteo arriva alla stazione di Lucca dove sono stati rilasciati anche gli ultimi compagni fermati durante la manifestazione #NoG7. Quella di oggi è stata una giornata importante che ha dato un segnale significativo di contrapposizione ai ministri della guerra europei che domani incontreranno quei governi che in Medio Oriente finanziano la guerra siriana. La manifestazione di Lucca è stata una risposta positiva anche contro le sirene della rassegnazione dopo la giornata contro i padroni dell'Europa del 25…
Martedì 04 Aprile 2017 17:50

Dalla Valle al Salento: prosegue la lotta No Tap In primo piano

Dopo l’assemblea di domenica sera in piazza Sant’Oronzo a Lecce, in cui migliaia di persone hanno sancito la ferma opposizione alla realizzazione del mega gasdotto, proseguono le mobilitazioni del popolo Salentino. L’appuntamento, ormai come di consueto, era per lunedì al presidio al cantiere dalle 5 del mattino, altro giorno utile in cui potevano presentarsi le forze dell’ordine per tentare il proseguo dei lavori di espianto degli ultimi ulivi. A dar manforte alla resistenza No Tap è arrivata anche la solidarietà…
Pagina 1 di 47