a

 
banner 25 marzo

 

PRIMA PAGINA

A poche ore dal corteo che, domani 25 marzo, partirà da Porta San Paolo in Roma diretto a Bocca della Verità, il dibattito sui media e nelle reti sociali è, come ci siamo abituati, tristemente vuoto e appiattito su temi che hanno poco a vedere con le questioni fondamentali della giornata di domani. A imporsi è una narrazione mediatica che tenta di cancellare le ragioni di una contestazione quasi fisiologica, al netto dell'antipatia suscitata dalla UE in tutto il paese,…
A pochi giorni dalla giornata del 25 marzo in cui verrà celebrato a Roma il sessantesimo anniversario della firma dei trattati europei alla presenza dei capi di Stato dei paesi U.E. si intensifica la campagna mediatica attorno alle contestazioni al vertice. Ci dicono i giornali che l'allerta è massima. Il Mattino, Romatoday, Il Messagero riportano all'unisono una velina della Questura: nessun travisamento, niente caschi, migliaia di carabinieri e finanzieri a terra per le vie di Roma e nei punti nevralgici…
Ad una settimana dal corteo di Roma contro la passerella celebrativa dei 60 anni dei Trattati UE, che vedrà i 28 capi di stato e di governo dell'attuale Unione Europea raggiungere la città capitolina, abbiamo già delineato alcune delle coordinate di spazio e di tempo in cui ci troviamo. Il dibattito generale sull'Unione Europea si sta risolvendo in questi anni in una sorta di tenaglia: andando con l'accetta, da un lato ci sono i sostenitori dell'europeismo a tutti i costi,…
    A due velocità? Siamo ormai così abituati al ronzio delle sempre identiche dichiarazioni di eurocrati e capi di stato che risulta difficile capire quando in questi sinistri congressi si sta dicendo qualcosa. Il 6 marzo, però, nell’evocativa cornice di Versailles, qualcosa è successo: i leader dell’UE si sono riuniti per constatare la morte del processo d’integrazione europeo come lo abbiamo conosciuto fino adesso. Per ora tenuta artificialmente in vita da Mr. Draghi e dal suo Quantitative easing, l’UE è clinicamente morta…
Sabato 11 Marzo 2017 23:54

La calata non ci sarà. In 10’000 a Napoli contro Salvini In primo piano

A volte la storia ha bisogno di una spinta e a volte la storia ha bisogno che qualcuno si metta in mezzo. Oggi Matteo Salvini voleva tentare la sua calata a Napoli, sperava che il Sud si accontentasse di una conferenza stampa in cui l’atavico anti-meridionalismo della Lega è stato ridotto a “faccenda di calcio” o di una patetica intervista al Corsera in cui giurava il suo amore per Maradona e i Baba. C’è qualcuno a cui non è bastato.…
Ogni fase politica ha temi e parole d’ordine sulle quali si costruisce discorso. Le categorie di “reddito”,” lavoro”,“cittadinanza” e “povertà” stanno dominando il recente dibattito politico, combinate variamente tra di loro, a seconda delle proposte che a quanto pare di capire contraddistingueranno la prossima campagna elettorale. La prima mossa l’ha fatta ieri il governo Gentiloni che, in un evidente sforzo di recuperare consensi intorno ad un PD martoriato da scissioni e scandalo Consip, ha approvato il cosiddetto reddito di inclusione.…
Mercoledì 08 Marzo 2017 11:53

#LottoMarzo: audio, foto e aggiornamenti dalle piazze In primo piano

8 marzo 2017, sciopero globale delle donne: sono 55 i paesi in tutto il mondo che aderiscono a questa giornata di lotta e di riscatto internazionale contro tutte le forme di violenza di genere. Anche l’Italia, attraverso la rete nazionale Non Una di Meno, ha raccolto l’appello allo sciopero, che dopo le moltissime iniziative di avvicinamento dei giorni scorsi, oggi si traduce in decine di cortei, presidi e iniziative lungo tutta la penisola al grido di “Se le nostre vite…
Martedì 07 Marzo 2017 12:55

Dal dono alla merce: donne contro i supermercati della carità In primo piano

  L'accesso al consumo, a partire da quello dei beni primari, rappresenta uno dei principali dispositivi di controllo e disciplinamento della povertà. Gli apparati di welfare si ristrutturano, attraverso i servizi sociali, nel vincolare l'''utenza'' a servizi specifici di accesso al consumo, curvando in istanze di controllo e addomesticamento l'erogazione di beni e aiuti. La logica del consumo è sottratta alla dinamica capitalistica della circolazione e dello scambio di merci e denaro ma rivalorizzata in termini di controllo sociale nella…
Pubblichiamo una analisi politico-giuridica del Decreto Minniti, a pochi giorni dalla prima applicazione del cosiddetto "Daspo urbano". Nel testo si analizza nel dettaglio il decreto, ragionando sul senso politico delle sue prescrizioni e prefigurando le possibili applicazioni e ricadute sulla società. Buona lettura.    «Libertà è sicurezza», questa la chiosa con cui l'attuale ministro dell'interno Marco Minniti dava avvio ad un convegno in tema di sicurezza tenutosi nel 2014 a Perugia[1]. Due semplici parole che tuttavia, nel loro concatenarsi, tracciano…
Pagina 1 di 46