a

 

Venerdì 17 Marzo 2017 16:12

Ancora sciopero ad Alcar Uno: bloccato l'intero distretto produttivo!

  • alcar117032017.0Stamattina i cancelli del' Alcar Uno sono stati bloccati nuovamente dai lavoratori, dopo che ieri sono stati braccati, gasati e poi inseguiti dalla polizia.
    A partecipare al blocco anche delegati del sindacato SiCobas e solidali provenienti da Modena e non solo.
    Dopo non molto tempo, intorno alle nove circa, la polizia ha forzato il picchetto respingendo i lavoratori con scudate, per liberare l'ingresso. Da lì gli scioperanti, oltre a protestare per l'ennesima aggressione poliziesca ai loro danni, han cominciato a dividersi in gruppetti che si sono mossi lungo la strada effettuando blocchi selvaggi.

    Nonostante fosse stato liberato il cancello secondario per far passare i mezzi, l attività non è ripresa proprio per i blocchi nella statale e nelle strade circostanti dove sono dislocate altri punti di macellazione e distribuzione di carni, dunque immobilizzando l'intero distretto. Quindi lo sgombero poliziesco ha avuto come unico effetto un blocco ancora più forte e incisivo, durato fino alle due e mezza di pomeriggio, con code chilometriche e forti disagi alla circolazione locale. Se da una parte quindi le istituzioni e i Levoni si ostinano a non dare alcun segnale di voler andare a trattative, lasciando senza risposte i 55 laoratori licenziati, la giornata di oggi segna un passo importante per la lotta, mostrando tutta la combattività di cui gli scioperanti sono capaci.
    Anche per i crumiri presenti nel magazzino è stata una giornata dura, dato che a più riprese han tentato di uscire di nascosto, non riuscendoci, con i Levoni che han dovuto far arrivare un camioncino con dentro delle pizze per farli sfamare.


    Dopo le cariche, le manganellate, i lacrimogeni e gli inseguimenti di ieri, oggi la polizia è andata in grossa difficoltà per via della dinamicità dei lavoratori. Se non ci saranno segnali da parte dell'azienda, la lotta promette di continuare a oltranza, mentre si profila la quarta settimana di presidio permanente davanti ai cancelli.

    Leggi anche;

    Macelli dello sfruttamento

    Sguardo sulla Logistica (2): prosegue la lotta all' Alcar Uno, mentre si contano le morti dolose dei migranti sfruttati nel Paese