a

 noass

MIGRANTI

Giovedì 24 Febbraio 2011 21:04

Quando la reclusione si chiama accoglienza.

Fughe e tumulti nei CIE siciliani. Negli ultimi giorni la narrazione ricorrente di quella che il governo e i suoi media chiamano "emergenza immigrati" sta avendo un impatto fortissimo sulle sponde siciliane. I migliaia di migranti che esportano la loro voglia di libertà stanno, nei giorni, occupando spazi che diventano luoghi altri di narrazione. Non sono solo richiedenti asilo, rifugio politico o aiuto umanitario, sono giovani, uomini e donne, che in nome della libertà di movimento si fanno portatori di…
Nel pomeriggio di oggi, oltre 500 manifestanti, si sono dati appuntamento al centro storico per manifestare la loro rabbia contro la morte di Nouraddine, il giovane marocchino di 27 anni che venerdì scorso si era dato fuoco per protestare contro lo sgombero della sua bancarella effettuato dalla Municipale di Palermo. La vicenda di Nouraddine  è stato l'ennesimo episodio di "ordinaria repressione" che gli uomini dello "sceriffo" Di Peri, comandante dei vigili urbani di Palermo, hanno eseguito ai danni dei venditori…
 Nouraddine Adnar è un venditore ambulante marocchino di 27 anni che lo scorso venerdi 11 Febbraio si è dato fuoco per protestare contro l' atto repressivo  dei vigili urbani di Palermo che, dopo l'ennesimo controllo ( fra il mese di Gennaio e i primi di Febbraio ne aveva subiti quattro) gli avevano sequestrato la merce ignorando la regolare licenza di vendita da lui posseduta.La reazione della comunità marocchina e del movimento, spinta dalla rabbia dell'accaduto e fomentata dalla situazione di…
Mercoledì 16 Febbraio 2011 17:35

Migranti schiacciati sull'asse Roma-Tripoli

Due giorni fa titolavamo “Tunisia: 29 morti su comando italiano”, in riferimento al naufragio di una imbarcazione carica di migranti speronata dalla guardia costiera tunisina ad un passo dall’Italia. C’avevamo visto giusto quando sollevavamo la possibilità che dietro all’esodo biblico paventato da Maroni ci fosse l’interesse italiano e libico di dare una prima svolta reazionaria nello scenario nord africano, cercando di incidere sulle sorti del governo tunisino di transizione Ghannouchi, mettendo in una posizione di sicurezza Gheddafi (già travolto dalle…
Lunedì 14 Febbraio 2011 17:57

118 migranti fermati a Bologna

118 migranti sono stati fermati questa mattina presto alla stazione di Bologna. I ragazzi, la maggior parte dei quali provenienti dal Cara (Centro di assistenza ai richiedenti asilo) di Crotone, sono stati bloccati dalla Polfer, la quale ha impedito che il treno -su cui tutti i migranti viaggiavano muniti di regolare biglietto- che si muoveva in direzione Milano proseguisse la sua corsa (ufficialmente per ragioni di scarsa igiene del veicolo). Tutti uomini, i migranti sono stati spostati nela sala Est…
Come ogni giorno, Franco, immigrato marocchino di 28 anni, cercava di guadagnarsi da vivere vendendo giocattoli in una delle principali strade di Palermo, finchè una volante della polizia municipale, come spesso accade, si ferma per un controllo e gli sequestra la merce. Invano le suppliche dell'immigrato, i vigili non sono disposti a restituirgli la merce, e lui, in preda alla disperazione, si cosparge di liquido infiammabile e si da fuoco. Ora versa in gravissime condizioni, ricoverato all'ospedale civico di Palermo,…
Mercoledì 02 Febbraio 2011 21:04

Joy: la polizia stupra, lo stato si auto-assolve

E' stato assolto con formula piena l'ispettore di polizia Vittorio Addesso, in servizio al Cie di Milano, accusato di violenza sessuale aggravata per aver molestato nel 2009 Joy, una ragazza nigeriana detenuta nel lager di Stato per migranti del capoluogo lombardo. La sentenza di assoluzione è stata emessa oggi con rito abbreviato dal gup di Milano, Simone Luerti. Lo stesso pm Gianluca Risco aveva chiesto l'assoluzione. "Ci chiediamo se tanta attenzione alle garanzie dell'imputato sarebbe stata osservata a parti inverse…
Domenica 09 Gennaio 2011 21:14

Rosarno. Davvero nulla è cambiato?

Si fa presto a dire che nulla è cambiato a Rosarno, un anno dopo la rivolta dei migranti. Venerdì 7 gennaio due manifestazioni hanno ricordato la rabbia di un anno fa, la prima nella cittadina calabrese, la seconda a Roma. Proprio nella capitale infatti alcuni dei migranti si erano riuniti in assemblea nel febbraio del 2010 denunciando un sistema agricolo che consente alla grande distribuzione dei generi alimentari di lucrare, nel quadro delle direttive dell'UE, grazie allo sfruttamento della condizione…
Cade quest'oggi l'anniversario della rivolta di Rosarno, comune calabrese nel quale il 7 gennaio 2010 esplose l'insubordinazione dei braccianti africani impegnati nelle campagne della piana di Gioia Tauro. Le condizioni schiavistiche e sciagurate contro le quali si sono ribellati restano intatte, le istituzioni alla rivolta hanno fatto seguire solamente provvedimenti di ordine pubblico, le deportazioni verso altrove e le minacce spaventate di questurini e caporali. Giuseppe Pugliese dell'Osservatorio migranti Rosarno dichiara: "I fatti di Rosarno sono stati letti dal Governo…
Pagina 26 di 26