a

 
banner 25 marzo

 

MIGRANTI

Scoppia la protesta nel Cie di Cona in provincia di Venezia dove oltre mille profughi, durante la notte di lunedì, hanno impedito l'uscita dalla struttura a 25 operatoti che si occupano dei richiedenti asilo. I 25 dipendenti della cooperativa Edeco – Ecofficina prima di finire in due inchieste per truffa – allo scopiare della protesta hanno chiamato le forze dell'ordine le quali hanno dato il consiglio di barricarsi all'interno di alcuni container e uffici mentre all'esterno la rabbia dei migranti prendeva forma…
Finalmente una buona notizia: pochi giorni fa il TAR della Liguria ha accolto il ricorso presentato da alcuni solidali che il 6 agosto scorso presero il foglio di via da 16 comuni in provincia di Imperia per aver portato acqua e supporto ai migranti fuori dal campo della Croce Rossa a Ventimiglia. Nel particolare, 4 persone hanno ottenuto la sospensiva (cioè il loro foglio di via risulta sospeso) e la discussione del ricorso è rimandata al 28 giugno 2017. Il…
Più di 3000 persone hanno partecipato ieri alla manifestazione promossa dalla Rete Campagne in Lotta e dal Comitato dei Lavoratori delle Campagne, per fare emergere a livello nazionale le tematiche relative allo sfruttamento delle maestranze nei campi agricoli. La questione non riguarda meramente il rapporto tra datori di lavoro e braccianti, ma tocca il tema dei diritti civili di questi ultimi, a partire dal ricatto costituito dal sistema dei permessi di soggiorno e quindi della Bossi-Fini; discute delle politiche belliche…
Oggi dalle 14 partirà da san Giovanni un corteo nazionale contro lo sfruttamento ed i confini. I braccianti delle campagne in lotta da Rosarno a Foggia, i facchini della logistica in sciopero, i migranti della lotta per la casa insieme a complici e solidali manifesterranno contro lo sfruttamento dei lavoratori migranti, contro l'emarginazione e la precarietà per rivendicare il diritto alla mobilità e ad una vita dignitosa. Un corteo che sfilerà per riaffermare il rifiuto a qualsiasi comportamento fascista e…
Riportiamo di seguito l'articolo di Serena Chiodo, apparso su cronachediordinariorazzismo.org, che racconta cosa sta sucedendo ai migranti che arrivano a Roma ma vorrebbero lasciare il paese. Malta, mattoni e pannelli: e il parcheggio coperto del piazzale est della stazione Tiburtina in pochi minuti viene murato. Risposta più chiara – tanto simbolicamente quanto concretamente – non poteva arrivare alle persone che da due settimane dormono nello spazio, completamente abbandonato, di proprietà delle Ferrovie dello Stato. Sono soprattutto eritrei e sudanesi, la…
Si parla all' attuale di 1051 migranti evacuati da Calais secondo la prefettura, a oltre 15 ore dall' inizio delle operazioni di sgombero della Jungle, che procedono a rilento rispetto alle tempistiche dichiarate. Llo smantellamento e la demolizione delle strutture si affianca dunque lo spostamento forzato di migliaia di persone che lì ci hanno vissuto. I media nostrani si stanno applicando a fare da sponda ai colleghi generalisti d'oltralpe, con l' ANSA che ha definito “un inferno” la Jungle, luogo…
Nella giornata di ieri l’Ungheria si è recata alle urne per il referendum con cui la popolazione era chiamata a esprimersi sulla ripartizione dei migranti tra i paesi membri decisa dall’Unione Europea. Una consultazione voluta dal governo conservatore del premier Viktor Orban, che nell’ultimo anno ha portato avanti politiche e retoriche fortemente nazionaliste e xenofobe, imponendo una linea dura contro i migranti e auspicando una vittoria del No contro le quote decise dall’Ue senza consultare i governi nazionali dei singoli…
Da questa mattina è in corso lo sgombero violento di circa 500 migranti da uno stabile occupato in via Vannini. L’edificio che si trova nei pressi di via Tiburtina all’altezza del GRA era in stato d’abbandono ed era stato occupato dagli stessi migranti dopo la chiusura del centro d’accoglienza. In queste ore, gli occupanti hanno provato a resistere cercando di impedire lo sgombero, bloccando la strada con i cassonetti e stendendosi per strada per femare fisicamente l’operazione. La polizia con…
Giovedì 22 Settembre 2016 12:28

Calais, scontri contro il Muro anti-migranti

Forti proteste e tafferugli sono scoppiati a seguito dei primi lavori per la costruzione del vergognoso Muro anti-migranti a Calais, lavori che nei prossimi giorni dovrebbero proseguire in maniera ancora più spedita, stando alle volontà del governo britannico e dell'omologo francese. Quella dell'altro-ieri è stata una notte di scontri con la polizia francese, che ha fatto ricorso ai gas lacrimogeni per tentare a più riprese di disperdere la folla ammassata a bloccare la principale arteria autostradale che collega il porto…