a

 noass

MIGRANTI

Circa un migliaio di persone hanno preso parte questo pomeriggio al corteo contro lo sgombero delle palazzine dell'ex Moi, nate per ospitare gli atleti delle olimpiadi invernali di Torino 2006 e successivamente occupate nel marzo 2013 - dopo 7 anni di totale abbandono – da centinaia di rifugiati dell’emergenza Nord Africa. Le palazzine del Moi sono tornate al centro dell’attenzione nel novembre 2014, quando una campagna mediatica di propaganda razzista costruita da Fratelli d’Italia e Lega Nord ha tentato in…
Ieri sera quattro migranti rinchiusi nel centro accoglienza di Borgetto, in provincia di Palermo, si sono ribellati alle pessime condizioni economiche a cui vengono sottoposti. In particolare, la protesta è nata per chiedere un aumento della diaria giornaliera. In seguito, sono stati arrestati e trasferiti al carcere dell'Ucciardone di Palermo. I migranti avrebbero richiesto una somma aggiuntiva alla diaria giornaliera prevista. E, conoscendo l'atteggiamento di chi lavora e gestisce i centri d'accoglienza, hanno trovato il solito muro di fronte. Da…
Khaled Idris Bahray aveva 20 anni ed era arrivato in Germania dall'Eritrea come rifiugiato politico. Abitava a Dresda, in un prefabbricato del quartiere Leubnitz-Neuostra, e divideva una camera insieme ad altre sette persone, anche loro rifugiate. La sera di lunedì, intorno alle 20, mentre 25.000 persone marciavano per il centro cittadino scandendo gli slogan razzisti e xenofobi di Pegida (“Patrioti europei contro l’islamizzazione del Paese”), Khaled è uscito di casa per comprare le sigarette e non è più tornato. Il…
Nella giornata di ieri è stato disposto il sequestro preventivo delle palazzine olimpiche dell'ex Moi a Torino, esempio lampante della speculazione edilizia, furono abbandonate nel 2006 e occupate, due anni fa, da 750 rifugiati (comprese famiglie e bambini). Ieri la Procura di Torino ha ordinato lo sgombero. Il provvedimento è stato emesso dal gip Luisa Ferracane su richiesta della procura, da parte del pm Paolo Borgna. Pubblichiamo qui di seguito il comunicato scritto dal Comitato Ex Moi che fa chiarezza…
Il provocatore razzista Matteo Salvini sabato sarà presente in piazza Galimberti, a Torino, al presidio indetto dalla Lega contro l'occupazione dei profughi e rifugiati dell'Ex Moi. Dopo le contestazioni di Bologna, Napoli, Imola e Parma, il segretario della Lega prova a portare anche nella nostra città le politiche xenofobe e razziste del suo partito, cercando di seguire le orme del consigliere Marrone di Fratelli di Italia che qualche settimana fa ha provato, accompagnato dai suoi camerati e digos, ad entrare…
Torino: per questa mattina era stato annunciato un sopralluogo dei capigruppi del Consiglio Comunale alle palazzine dell'ex Moi, gli edifici dell'ex villaggio olimpico che, dopo 7 anni di abbandono da parte dell'amministrazione, da marzo del 2013 sono state occupate da centinaia di rifugiati rimasti in mezzo alla strada con la fine della cosiddetta "emergenza Nord Africa". La visita era stata organizzata dalla Commissione Consiliare di Controllo di Gestione e vedeva in prima fila, con chiaro intento provocatorio, alcuni consiglieri di…
Sabato 08 Novembre 2014 13:09

Bologna scaccia Salvini, la LegaNord e le loro provocazioni In primo piano

Sin dalle 9 di mattina entrambi gli accessi del campo rom di via Erbosa (Bologna) sono stati presidiati da manifestanti di tutte le realtà antifasciste e antirazziste cittadine. L'obiettivo era impedire che il ducetto della Lega Matteo Salvini, in piena campagna elettorale, entrasse nel campo a effettuare una nuova passerella di propaganda beceramente razzista sulle spalle delle comunità rom e sinti. In attesa dell'arrivo di Salvini, diversi esponenti leghisti avevano cercato di effettuare una raccolta firme nella zona, finalizzata alla…
Pubblichiamo il documento con le rivendicazioni che una delegazione di cinque lavoratori e disoccupati – per lo più rifugiati – ha portato ieri mattina al sindaco di Saluzzo nel contesto dell’incontro ottenuto in seguito al corteo spontaneo di domenica pomeriggio, che si è mosso dalla tendopoli del Foro Boario fino in centro città per rivendicare “una casa per TUTTI” (non solo per gli accampati del Foro). Di seguito, poi, le riflessioni del Coordinamento Braccianti Saluzzese sulla mobilitazione degli ultimi giorni. Noi…
Lunedì 13 Ottobre 2014 15:56

Mos Maiorum, la caccia al clandestino targata Ue In primo piano

Il 10 Luglio scorso il Consiglio europeo ha stilato e approvato un documento che aveva all'ordine del giorno la messa in atto di una serie di operazioni congiunte contro i migranti clandestini dal titolo "Mos Maiorum". Stando a quanto si legge nel documento, gli obiettivi dell'operazione sono principalmente due: combattere le organizzazioni criminali che favoriscono l'immigrazione clandestina e ottenere informazioni sulle principali rotte migratorie. Fin dal principio, quindi, il documento dell'Unione Europea associa in un unico binomio i concetti di…