a

 

MIGRANTI

Il 2 Giugno, alle 6.30 di mattina, circa 450 migranti accampati da mesi sotto i binari della metropolitana sopraelevata de La Chapelle vengono duramente  sgomberati da un imponente dispiegamento di poliziotti. Sono migranti di diverse nazionalità, arrivati negli ultimi mesi in Francia. Alcuni però erano già a Parigi da anni e si sono trovati per strada a causa della crisi e della mancanza di lavoro. In seguito all’espulsione, decine di loro vengono caricati su degli autobus e condotti probabilmente in…
La tragedia che ormai quasi una settimana fa ci ha strappato Cory e ha ferito altre 8 persone segna in modo grave la vita del quartiere e la sua sensibilità. Chiunque avrebbe potuto trovarsi nei panni delle vittime di un pirata della strada ma, per rispetto della famiglia e della comunità filippina, abbiamo atteso a esprimerci, affidando ai fiori e al commosso silenzio il nostro cordoglio. Abbiamo portato la nostra solidarietà alle vittime al termine del grande corteo per il…
Martedì 19 Maggio 2015 22:18

Missione EuNavFor Med: una soluzione dal sapore di guerra In primo piano

Nella giornata di ieri, attraverso un tweet, l'alto rappresentante Ue, Federica Mogherini, ha annunciato il via libera del Consiglio Ue alla missione navale contro le reti di scafisti nel Mediterraneo. Il piano dell'Unione Europea approvato ieri e dal nome EuNavFor Med, prevede il dispiego di mezzi navali e aerei da ricognizione europei al largo della Libia, propagandato come necessario per "ricercare e trarre in salvo i migranti" e autorizza operazioni per la cattura e il sequestro dei barconi utilizzati dagli…
25 e 26 ottobre 2013. Una nave di uomini travisati ed armati fino ai denti avvista un vecchio mercantile isolato in alto mare. Si dirige verso il natante e lo abborda, facendone riunire in una stanza gli atterriti passeggeri e le loro famiglie. Questi vengono poi fatti inginocchiare verso il mare e perquisiti separatamente ad uno ad uno; i loro averi, per un valore totale di circa 35.000 euro e 26.000 dollari USA - in denaro contante ed effetti personali,…
Mercoledì 13 Maggio 2015 14:17

Europa, la solidarietà di facciata

Dopo il fallimento del Consiglio straordinario europeo del 23 aprile, convocato su richiesta dell’Italia in seguito alla strage del 19 aprile, la più grande tragedia dell’immigrazione del mondo, con oltre 800 morti, a Bruxelles si gioca l’ennesima partita sulla pelle dei migranti, una partita che sta pagando dividendi spaventosi ai partiti nazionalisti e xenofobi. Malgrado l’assenza di un consenso generale, circola di nuovo una bozza che potrebbe essere approvata già mercoledì 13 maggio dalla Commissione Europea. Un piano in 10…
Martedì 12 Maggio 2015 21:48

Fiamme e proteste al Cie di Torino

Torna la protesta tra le mura del Cie di Torino contro le condizioni di detenzione cui i migranti sono quotidianamente sottoposti, per rivendicare dignità e libertà. Tutto è iniziato durante la mattinata in seguito a diverse e ripetute provocazioni da parte dei militari in servizio nella struttura di corso Brunelleschi. Dopo uno scontro verbale, nell'area bianca del Cie sono partite le prime proteste, in particolare il rifiuto del cibo del pranzo, mentre un ragazzo arabo ha tentato di impiccarsi ed…
Resta alta l'attenzione della cronaca politica italiana e non solo per ciò che concerne la "stabilità" del quadro dei paesi del sud del Mediterraneo, a partire dalla situazione libica, tornata prepotentemente alla ribalta dopo il polverone della strage di migranti nel canale di Sicilia.A Bruxelles le retoriche e i moniti a riguardo si sprecano, insistendo comunque sulla necessità di inquadrare la "crisi" libica in un contesto di emergenzialità da affrontare più che altro estendendo capacità operative e finanziarie agli altri…
Domenica 26 Aprile 2015 10:10

La Francia e il Mediterraneo

Un commento da Parigi sull'ultima strage di migranti nel Mediterraneo   Il 18 aprile sono morte 950 persone (ultima stima), affogate nel tentativo di attraversare il Mediterraneo nelle condizioni di mobilità selettiva oggi imposte da un insieme di fattori politici (tra cui, in primis le politiche europee e la cosiddetta “operazione Triton”). Le stime sono incerte, imprecise per costituzione. L'errore relativo – uno più, alcuni di più? - è il segno del modo sommario con cui si tratta la vita di…
La più grande strage di migranti nel Mediterraneo non sembra aver prodotto tra le cassi dirigenti dell’Unione Europea molto più di una idignazione di facciata  finalizzata alla costruzione di una nuova figura di “nemico pubblico”, oggi individuata nel temibile “scafista”, improbabile reincarnazione contemporanea del “trafficante di schiavi” d’antan. Peccato che i moderni negrieri siano il più delle volte migranti tra i migranti, appena più fortunati dei loro compagni di sventura ma come loro presi nella tempesta che macina vite nel…