a

56566057

METROPOLI

Martedì 25 Novembre 2014 11:43

Valutazioni a caldo sul voto calabrese

Già dall’esito delle primarie erano scontati i risultati di questa tornata elettorale.  Una campagna elettorale sotto tono, senza grandi scontri tra i candidati se non nella guerra intestina al centro destra. Il principe di Palla Palla (frazione del paese natio del governatore), accaparrata l’investitura delle primarie -in barba alle rottamazioni ed al cambiamento tanto care al premier-, ha costruito delle liste basate sulle solite logiche clientelari che da oltre 40 anni dominano questa terra e la rappresentazione della finta democrazia.…
Nelle ore in cui verrà emessa la sentenza di primo grado sull'omicidio di Mike Brown a Ferguson, un altro ragazzo nero viene assassinato dalla polizia americana. Succede questa volta a Cleveland, Ohio, dove due agenti hanno ucciso un ragazzo 12enne, Tamir Rice, che alla richiesta di alzare le mani avrebbe abbassato le stesse verso la cintura, dando l'impressione che stesse cercando di prendere un'arma. Un'arma l'aveva, ma era una pistola giocattolo presa in un WalMart lì vicino: i colpi sparati…
Quasi il 70% di astensione in Emilia-Romagna (meno che in Calabria, storicamente una regione dalle percentuali di partecipazione elettorale molto molto basse), con dati infimi di partecipazione elettorale in quasi tutte le principali città, a partire da Bologna. A prescindere dalla scontata vittoria del PD di Bonaccini, è un dato clamoroso quello che scaturisce dalle urne emiliano-romagnole di oggi: una tra le regioni dove si sono avute per anni le percentuali di votanti più alte nel paese si tramuta di…
La campagna elettorale per le elezioni regionali è passata all’insegna del trasversalismo e della retorica politica. Liti di posizione nel centro destra e il candidato del pd che di fatto già potrebbe elencare la nuova giunta regionale. Una campagna elettorale che si è accesa solo negli ultimi giorni, in vista proprio della venuta del premier Renzi, del ministro Alfano e della giusta contestazione che li attendeva. Alcuni giornalisti che, bontà loro, conoscono bene quali sono i meccanismi del voto in…
Renzi ieri si trovava a Cosenza per chiudere la campagna elettorale del candidato del centrosinistra alla presidenza regionale. Già nei giorni scorsi erano state annunciate contestazioni per la presenza del presidente del consiglio che quindi è stato costretto a rinunciare al comizio in piazza e a rifugiarsi all'interno dell'auditorium Guarasci, nel frattempo Cosenza ha vissuto giorni di forte militarizzazione del territorio. Così come avvenuto negli ultimi tempi in tante altre città, anche Cosenza ha infatti riservato la sua "accoglienza" a…
Renzi ieri girava in Emilia Romagna per l'ultima giornata di campagna elettorale per una delle tornate elettorali meno sentite nella storia della regione. Un Partito Democratico in rapidissima trasformazione che sembra ormai aver segnato una netta scissione rispetto alla sua storica base. Dopo aver ricevuto una contestazione a Parma culminata con cariche della polizia, che non hanno dissuaso anche quei manifestanti dileggiati su Instagram da uno dei membri dello staff renziano, Renzi si è diretto verso Bologna per lanciare il…
Mercoledì 19 Novembre 2014 20:43

«Il nostro nemico oggi è lo Stato»

Pubblichiamo questo articolo apparso ieri, martedì 18 novembre 2014, sul portale internet www.vita.it. Vita s.p.a. è la società editrice del magazine Vita, mensile consultabile anche online e dedicato, in generale, al mondo non profit ed alle possibili interconnessioni tra profit, non profit e pubbliche amministrazioni.  Un portale web molto lontano dalle realtà di movimento, ma che, nell'articolo di Lorenzo Maria Alvaro, ha saputo cogliere con grande onestà la complessità dei rapporti che si vivono nei quartieri popolari della metropoli milanese…
Massa. Due gli sgomberi di occupazioni a scopo abitativo ieri, in una città già martoriata dall’alluvione. La prima in via delle Mura nord, un’occupazione portata avanti dal movimento di lotta per la casa di Massa e dal centro sociale Casa Rossa. Sgomberata pure una seconda occupazione, realizzata autonomamente da alcune famiglie in difficoltà.In entrambi i casi, nessuna soluzione è stata proposta dal Prefetto e dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune con i quali, nel pomeriggio, si è tenuto un tavolo…
In tempi di crisi ancora una pessima notizia per i cittadini della città più povera del nord Italia (e Comune più indebitato). Infatti la bolletta dell'acqua aumenterà per tutti i torinesi tra il 10 ed il 20%. Il motivo è quello che suona come una vera e propria beffa. Infatti il consumo medio d'acqua dei torinesi è sceso da 198 a 185 litri all'anno: ottima notizia per chi pensa che le risorse idriche siano un bene prezioso e da tutelare,…
Pagina 1 di 83