a

 

EDITORIALE

Martedì 24 Gennaio 2017 11:19

Le pensioni ai “garantiti” le pagano giovani e migranti In primo piano

L'evolversi della scontro tra potenze internazionali sulla questione libica. La spada di Damocle della questione demografica sull'UE. Lo sfruttamento connesso all'”emergenza migranti”. Le critiche del direttore dell'Inps Tito Boeri alle politiche sulle pensioni del governo. Diversi temi, all'apparenza non coincidenti, possono permetterci di tirare le fila di tanti ambiti cruciali nell'attualità politica e indicare direzioni possibili di mobilitazione e creazione di discorso. Le politiche governative, come detto ieri da Boeri, mostrano una questione pensionistica decisamente agita in termini di classe.…
Martedì 10 Gennaio 2017 12:23

Gentiloni e la Restaurazione dell'establishment In primo piano

Ad un mese di distanza dal turning point referendario, appare più chiara la strategia impostata dal PD con la restaurazione firmata Gentiloni-Mattarella. Più simile ad un Monti-bis che ad un seguito di Renzi, l'esecutivo guidato dall'ex sessantottino ha messo da parte i toni più accesi e belligeranti del ducetto fiorentino per impostare una comunicazione politica più sobria, ma non di meno gravida di conseguenze politiche importanti. La prima operazione è di ordine cosmetico: via Verdini, si è provveduto ad progressiva…
Venerdì 30 Dicembre 2016 23:04

Post-verità. Dov'è la novità? In primo piano

L'esito inaspettato di tante scadenze elettorali o referendarie del 2016 (Brexit, elezioni Usa, referendum italiano) deve aver innervosito e non poco coloro i quali pensavano che la resa storica della sinistra,anche socialdemocratica, all'ideologia neoliberista avesse spalancato per decenni le porte del Paradiso ai padroni e ai padroncini dei sistemi di governo delle democrazie occidentali. Un Paradiso che all'insegna delle parole d'ordine austerità e responsabilità avrebbe potuto operare incontrastato e incontestato sui cittadini-utenti-sudditi del nuovo millennio. Si sperava in questo modo…
Giovedì 22 Dicembre 2016 13:17

Ordinare la crisi o disordinare il governo? In primo piano

Chi di magistratura ferisce, di magistratura perisce. O, per dirla con quell’altro, chi crede nella giustizia verrà giustiziato. Si potrebbe riassumere così, con una facile battuta, la parabola del M5s alla prova dei governi cittadini. Una parabola non difficile da prevedere, una linea di sviluppo certamente interna alla caotica costellazione del movimento di Grillo. E tuttavia, lo abbiamo detto fin dall’inizio e i fatti ci hanno dato ragione, le contraddizioni e le ambiguità anche profonde del M5s non riguardano solo…
Lunedì 19 Dicembre 2016 08:55

Lo straperdente al contrattacco

Si è svolta ieri l'assemblea PD in cui Matteo Renzi ha tirato un bilancio del voto sul referendum costituzionale e iniziato a parlare di come ritornare in sella. La supposta “auto-critica” di Renzi di cui parla, ad esempio, il quotidiano La Repubblica, descrivendolo come un leader maturo che da rottamatore diventa pacificatore, è tutta nella testa dei redattori del giornale di Eugenio Scalfari. La relazione del "segretario" si può invece riassumere con due semplici parole: avanti tutta. Vi si fa…
Domenica 11 Dicembre 2016 14:58

6 tesi sul NO

1. Questo NO è crisi.Si è votato non per fiducia nella democrazia, ma per frenare una traiettoria di ristrutturazione del governo neoliberale della crisi. Cercheranno di codificare istituzionalmente nuove forme di stabilità sistemica, oltre il merito e la razionalità di questa riforma costituzionale. Questo No ha espresso una variabile di contrapposizione possibile contro la stabilità istituzionale delle forme di governo della crisi. Se non è un No contro le istituzioni è un No che sfiducia le istituzioni. È il tornante…
Martedì 06 Dicembre 2016 14:01

Cancellare Renzi

Per analizzare l'esito del referendum con lo sguardo a quello che verrà non possiamo non partire dall'assunzione che con la sconfitta di Renzi crolla - speriamo per sempre! - l'opzione politica dei modelli che hanno ispirato il fu-premier: i Blair, i Clinton, gli Schroeder che tra i venti e i quindici anni fa diedero via alla sinistra della "terza via". Quella sinistra, fondata sulla base dell'adorazione del suo nuovo dio, ovvero il mercato, e testimone storica del crollo del socialismo…
Giovedì 01 Dicembre 2016 07:28

NO al 18 brumaio di Matteo Renzi

Quando un contaballe annusa il rischio di essere definitivamente scoperto, ha due strade di fronte a sé: o si defila quatto quatto, oppure si gioca il tutto per tutto e le spara ancora più grossa. Ecco lo stato dell’arte del governo del buffone di Rignano a pochi giorni dal 4 dicembre, sulla via intrapresa non ci sono dubbi. Dal ponte sullo stretto ai quattrini promessi a destra e a sinistra in finanziaria, dalla riduzione dei costi della politica alla ricostruzione…
Domenica 27 Novembre 2016 19:32

La piazza del Popolo... del NO! In primo piano

Siamo in una fase di passaggio: dentro l'apparente immobilità, una costellazione di forze storiche svanisce repentina. Ma gli spazi che qui si aprono indicano dei "vuoti" che non rimarranno tali a lungo. La possibilità di una scommessa politica sul presente si misura proprio nello spingersi verso questi terreni aperti e non sondati, o sospettati come sotto controllo nemico. Contro la storia recente dei tradimenti subiti da chi in questo paese ha serbato fiducia nel cambiamento, abbiamo comunque creduto da principio,…
Pagina 1 di 33