a

abitarenellacrisi

Lunedì 05 Marzo 2012 18:43

India, lo sciopero dei 100.000.000!

  • alt Traduzione da Libcom.org

    Uno dei più grandi scioperi al mondo di sempre inizia a mezzanotte di lunedì 27 febbraio per finire a mezzanotte di stanotte [28 Febbraio - N.d.T.]. Fino a 100.000.000 lavoratori indiani di diverse categorie ed industrie reclamano un salario nazionale minimo, posti fissi e molto altro.

    Come riportato dal blogger di Libcom 'working class self organisation' a gennaio:

    Oltre una dozzina dei più grandi sindacati dell'India hanno proclamato lo sciopero e si sono accinti a metterlo in atto. Lo sciopero coinvolgerà molte categorie, incluse banche del settore pubblico, porti e docks, ferrovie, assicurazioni, trasporto su strada, lavoratori del settore energetico, minerario e dell'aviazione.

    “I mesi recenti hanno visto un'ondata montante di lotte dei lavoratori militanti in India, scioperi per il riconoscimento dei sindacati nel settore automobilistico in espansione in India, inclusa un'occupazione di due giorni di una fabbrica della Hyundai, uno sciopero a gatto selvaggio del personale dell'Air India, e diserzione dei posti di lavoro da parte dei lavoratori delle telecomunicazioni e dei minatori del carbone contro i piani di privatizzazione del governo centrale.”

    I diversi sindacati hanno svariate richieste, che includono il guadagno degli stessi diritti e della protezione per i lavoratori temporanei ed a contratto dei lavoratori permanenti; l'aumento e l'estensione del salario minimo, resistenza agli attacchi contro i sindacati, blocco degli aumenti dei prezzi, creazione di un fondo per la sicurezza sociale nazionale, aumenti delle pensioni e della lotta alla corruzione.

    I lavoratori stanno chiedendo un salario minimo nazionale, posti fissi per i lavoratori a contratto, sicurezza sociale per i lavoratori informali, pensioni per tutti i lavoratori, intervento del governo per fermare la crescita del costo della vita, e la fine della vendita di aziende pubbliche contro i desideri di queste ultime.

    Trasporti, poste e banche sono stati tutte colpite dallo sciopero che coinvolge circa una dozzina di sindacati, con la segnalazione di un 'blocco completo' dei servizi bancari a Mumbai. La polizia è stata schierata per cercare di impedire picchetti 'illegali', con 100 arresti effettuati questa mattina per i blocchi del traffico.