a

 

Sabato 15 Aprile 2017 21:02

Aggiornamento dal PKK sull'azione ad Amed (Diyarbakir)

  • hpgLe HPG hanno detto che l’azione eseguita dalla ‘Squadra Vendetta per il Martire Bager e il Martire Dirêj’ contro il quartier generale ad Amed l’11 aprile ha ucciso 83 poliziotti.

    Il Media Center delle HPG (Forze di Difesa del Popolo) ha rilasciato un bilancio dell’azione di guerriglia che ha preso di mira il quartier generale della polizia nel distretto centrale di Bağlar ad Amed l’11 aprile.

    Secondo la dichiarazione, l’azione eseguita dalla ‘Squadra Vendetta per il Martire Bager e il Martire Dirêj’ ha ucciso 83 poliziotti. L’azione è stata eseguita circa alle 10:45 con la detonazione di esplosivi posizionati dall’unità di guerriglia sotto il compound della polizia attraverso un tunnel lungo 90 metri scavato sotto terra.

    Confutando le dichiarazioni delle autorità turche secondo le quali l’esplosione è avvenuta durante la riparazione di un veicolo, le HPG hanno detto che 2,540 kg di esplosivi sono stati piazzati sotto l’edificio dove hanno la base polizia antisommossa, polizia antiterrorismo e unità di intelligence e vengono raccolte le registrazioni delle telecamere di sorveglianza e veicoli blindati. Le HPG hanno dichiarato che l’edificio preso di mira è stato raso al suolo a seguito della detonazione degli esplosivi.

    “Secondo informazioni a nostra disposizione, 83 cadaveri sono stati portati via dall’edificio, dove erano presenti 150-200 poliziotti, in appositi sacchi. Inoltre sono stati feriti appartenenti alle squadre del nemico. Come risultato dell’azione, 8 panzer, 10 veicoli Cobra 4 veicoli Ural, 4 veicoli Ranger, 6 veicoli con idranti, 2 scavatrici, 2 macchine Doblo, 12 bus e dozzine di macchine della polizia sono stati distrutti e altri presenti nell’edificio sono stati resi inservibili. Tutti gli edifici del compound sono stati danneggiati e sono rimasti feriti molti poliziotti”, hanno detto le HPG.

    Le HPG hanno sottolineato che è stata fatta la massima attenzione prima e durante l’azione, affinché non venissero causati danni a civili e che la quantità di esplosivo era stata predisposta e pianificata di conseguenza.

    La dichiarazione afferma: “Questa azione è stata eseguita dalla ‘Squadra vendetta per il Martire Bager e il Martire Dirêj’ in memoria di tutti i nostri compagni che sono caduti martiri nella provincia di Amed e tutti coloro che sono diventati martiri nel recente processo e in risposta alle politiche di repressione, atrocità e tortura nelle carceri del nemico fascista. La nostra squadra che ha condotto l’azione è tonnata integra alla base senza incontrare alcuna situazione sfavorevole.”
    Le HPG hanno rilasciato anche foto dell’azione.


    da Uiki Onlus

    Galleria immagini