a
CONFLITTI GLOBALI

Seconda vittima per mano della polizia durante le manifestazioni contro l'apertura di una miniera di rame nella valle del Tambo in Perù. Già dalla fine di marzo i contadini della provincia di Isly, nella regione di Arequipa, si sono mobilitati contro una delle più potenti multinazionali minerarie, la Southern Copper, che pretende di devastare il territorio del Perù meridionale con l'ennesima miniera a cielo aperto. Grazie alle mobilitazioni messe in campo, in più di un mese la popolazione locale ha…
Torna a far parlare di sé la protesta sociale in Macedonia, a partire dai fermenti che si stanno dando a Skopje. La manifestazione antigovernativa di ieri sera nella piccola capitale è culminata in duri scontri con la polizia, con un bilancio pressoché accertato di 5 feriti, tra cui agenti,sulla propulsione del partito d'opposizione di tendenze socialdemocratiche (erede dagli anni '90 del partito comunista macedone) , da settimane impegnato ad evidenziare la corruzione pervasiva del partito di destra al Governo che…
Lauryn Hill annulla un suo concerto in Israele: ad annunciarlo è la stessa cantante che, tramite il proprio profilo facebook, nella serata di ieri ha comunicato di voler cancellare la data organizzata a Tel Aviv per questo giovedì, 7 maggio. Inizialmente l'artista statunitense aveva deciso di esibirsi sia a Ramallah che nella città israeliana, ma nel post sul social network confessa che "Organizzare un concerto nei Territori Palestinesi e allo stesso tempo in Israele si è dimostrato una sfida”. Nelle scorse…
Ieri sera i telegiornali nazionali ed europei hanno mandato in onda le immagini di scontri in una piazza fortemente militarizzata, piazza Rabin, a Tel Aviv. A scendere di nuovo in strada i Falasha, gli ebrei etiopi, che dopo le manifestazioni e gli scontri del primo maggio scorso a Gerusalemme, hanno tentato di entrare nel palazzo del municipio. "Il nostro sangue è buono solo per le guerre", questo lo slogan della manifestazione, per denunciare l'aggressione fisica e violenta da parte della…
Il dodicesimo giorno di proteste ininterrotte nella città di Baltimora ha prodotto un primo significativo successo: i sei agenti colpevoli di avere ucciso di botte il giovane afroamericano Freddie Gray durante un fermo di polizia sono stati denunciati e in seguito arrestati con l'accusa di omicidio in seguito ad un arresto illegittimo. A sostenere l'accusa è l'avvocato di Stato Marilyn Mosby, il quale ieri mattina ha annunciato di avere formulato le accuse penali in relazione al caso Gray. Tutti i…
Violenti scontri sono esplosi ieri a Istanbul, dove le autorità locali hanno vietato al corteo del primo maggio di raggiungere piazza Taksim, dove il 1 maggio del 1977 36 manifestanti vennero uccisi. Ufficialmente, il governatore della città ha affermato che il divieto derivava dal fatto che la piazza era "inappropriata" per ospitare folle e manifestazioni, data anche la vicinanza di traffico e turismo nella zona, e che quindi si trattava di ragioni di sicurezza. In realtà, si è trattato di…
E' una calma apparente quella che regna nella città di Baltimora, dopo che nella notte di lunedì centinaia di manifestanti si sono ripetutamente scontrati con le forze dell'ordine in seguito ai funerali di Freddie Gray, il 25enne afroamericano ucciso dalla polizia locale dopo essere stato arrestato (a quanto sembra, per “avere guardato male un agente”). Dalla scorsa notte è infatti in vigore il coprifuoco notturno – valido anche durante diverse ore del giorno per i minori di 17 anni –…
"Six in the morn', fire in the street / Burn, baby, burn, that's all I wanna see"(Kendrick Lamar - The Blacker The Berry) È una vera e propria intifada quella esplosa nelle strade di Baltimora ieri pomeriggio. Dopo oltre una settimana di proteste per la morte del 25enne afroamericano Freddie Gray (massacrato di botte dalla polizia dopo un arresto) la comunità black e il proletariato urbano di una delle più importanti città degli Stati Uniti hanno deciso di esprimersi con…
7 mesi di dopo la sparizione forzata dei 43 studenti della scuola normale “Raùl Isidro Burgos” di Ayotzinapa (e l’omicidio di 6 di loro durante l’agguanto del 26 settembre 2014 da parte della polizia di Iguala) non si estinguono i focolai di protesta in tutto il Messico e in particolare a Chilpancingo, capitale dello stato del Guerrero. Nella giornata di ieri una marcia di protesta nella cittadina è stata guidata dai compagni dei normalistas e dagli insegnanti locali (questi ultimi…
Pagina 1 di 160