a
CONFLITTI GLOBALI

Continua l'agitazione sociale in Cina, nella fabbrica del mondo, mentre questa si proietta sempre più ai primi posti nella gerarchia capitalistica globale. Una fabbrica del mondo colpita questa volta dallo sciopero di almeno 10.000 lavoratori impiegati dall'azienda Yue Yuen a Dongguan, nel sud del Paese. Lavoratori che volgono alla lotta in protesta contro i salari miseri che guadagnano, nonchè per l'assenza di dispositivi di previdenza sociale e di una minima sicurezza sul posto di lavoro. L'azienda, di proprietà taiwanese, produce…
Ieri due mila persone hanno invaso le strade di San Paolo per protestare ancora una volta contro lo sperpero di denaro per i mondiali. A febbraio c'è stata la prima manifestazione “Se non ho diritti, non ci saranno i mondiali”, a febbraio e a marzo i cortei si sono focalizzati rispettivamente sugli investimenti nel settore dell'istruzione e del trasporto pubblico. Aprile è il mese della salute pubblica: “Se non mi viene garantito il diritto alla salute, non ci saranno i…
Una decina di repressioni e di fatti di violenza sono avvenuti nei primi due mesi dell’anno. Contadini, indigeni, organizzazioni sociali e maestri sono stati vittime di proiettili di gomma, di gas al peperoncino e di bastoni. Il ruolo del Potere Giudiziario e del Governo Nazionale. Jujuy, Neuquén, Córdoba, Formosa, Salta, Mendoza e Chaco. Alcune delle provincie che durante l’estate sono state lo scenario di repressioni su contadini, indigeni e organizzazioni socio-ambientali. Sullo sfondo c’è la disputa per il territorio, dove…
Intervista a cura di Frank Barat per Le Mur a Des Oreilles a Leila Khaled, nota attivista della resistenza palestinese negli anni '60-'70. Nata a Haifa nel 1944, Khaled è stata costretta all'esilio come milioni e milioni di altri palestinesi dopo la fondazione dello Stato di Israele. Nel '69 partecipa al primo dirottamento del volo TWA 840 Los Angeles-Tel Aviv e l'anno dopo cerca di dirottare un volo sulla tratta Amsterdam-New York. Un agente israeliano a bordo dell'aereo sventa l'azione…
Ieri ad Atene diverse centinaia di persone, tra piccoli commercianti, artigiani, commessi e altri cittadini, hanno bloccato la via centrale dei negozi e delle boutique di lusso per protestare contro la proposta di legge che sancisce l'apertura dei negozi anche la domenica. In seguito il presidio si è trasformato in corteo, il quale è sfilato lungo la via distribuendo volantini ai passanti e scandendo slogan contro le politiche d'austerità e altri tagli in arrivo al settore pubblico. Verso la fine…
Domenica 13 Aprile 2014 20:28

Vittorio Arrigoni, nostro grande amico

Gaza city, 13 aprile 2014, Nena News di Michele giorgio (Il manifesto) – Sono giorni di profonda amarezza per Khalil Shahin. «Sono già passati tre anni, Vittorio mi manca, tantissimo. E ora che si avvicina l’anniversario del suo assassinio sono travolto da ricordi ed emozioni. Per me questi non sono giorni facili», ci dice Khalil mentre prova a mettere un po’ d’ordine nel suo piccolo ufficio di vicedirettore nel «Centro palestinese per i diritti umani» (Cpdu) di Gaza. Alle sue…
Sgomberata l'ultima favela sorta a Rio nel marzo scorso e occupata da circa cinquemila persone. All'alba di venerdì, la polizia militare di Rio ha fatto irruzione nella zona, impiegando 1650 agenti di polizia soprattutto del Betalhao de Choque, un corpo speciale. Con estrema violenza, la polizia ha quindi proceduto con lo sgombero dei locali occupati e che sono di proprietà della telefonica Oi. L'irruzione è iniziata con l'abbattimento di un muro adiacente per permettere l'entrata da un punto diverso dell'ingresso…
Mi hanno informato che il 5 aprile è la Giornata dei Bambini Palestinesi, ovvero è la mia giornata, anche se non so davvero che cosa significhi. Per quello che mi ricordo, sono nato tra due Nabka, al confine di due campi profughi e per caso sono sopravvissuto all'ultimo massacro e all'ultimo raid. Sono nato tra due pallottole. La prima non è riuscita ad uccidermi, ma la seconda ha ucciso mio fratello. Sì, avevo un fratello. Sì. Ci puoi credere? La…
Ieri la Grecia si è fermata per 24 ore. Tutti i sindacati, da Adedy del settore pubblico al Gsee del settore privato, hanno indetto sciopero, al quale ha aderito la maggioranza dei lavoratori. Scuole e università vuote, farmacie chiuse e trasporto pubblico completamente bloccato. A mezzogiorno è partito un corteo formato da lavoratori, pensionati e disoccupati, i quali hanno protestato contro l'imminente ondata di politiche d'austerity. La scorsa settimana il governo ha varato nuove riforme per poter accedere alla terza…
Pagina 1 di 120