a
CONFLITTI GLOBALI

Ieri ricorrevano i 39 anni dal massacro di Gasteiz/Vitoria, durante il quale 5 operai persero la vita per mano della polizia spagnola durante lo sciopero generale del 3 marzo 1976. Pedro María Martínez Ocio (27 anni), Francisco Aznar Clemente (17 anni), José Castillo (32 anni), Bienvenido Pereda (30 anni) e Romualdo Barroso Chaparro (19 anni) furono uccisi durante gli scontri davanti alla Chiesa di San Francesco d'Assisi, nel quartiere di Zaramaga, provocati dalle forze dell'ordine franchiste che cominciarono a lanciare…
Si terrà l’udienza a Roma il prossimo 12 marzo  sul caso  di Carlos García Preciado , militante basco arrestato il 25 febbraio nella capitale dove vive da 14 anni con la sua famiglia. Il giudice deciderà se revocare o meno la detenzione in carcere, così come richiesto dai suoi avvocati, in attesa che giungano dalla Spagna nei prossimi 40 giorni gli atti che spiegano la condanna a 16 anni di carcere inflitta dai tribunali spagnoli per reati di lotta di…
L’iniziativa che doveva tenersi Mercoledì 4 marzo, nell'aula 10 della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma La Sapienza, con la proiezione del film THE FADING VALLEY (La valle che muore), della regista israeliana Irit Gal, non si terrà più. Il film, in cui si parla della fertile Valle del Giordano nella Cisgiordania occupata, dove i pascoli dei contadini palestinesi sono stati dichiarati zona militare, i loro pozzi sono sigillati e l’acqua deviata alle colonie israeliane avrebbe testimoniato la vita di…
Paesi Baschi. Intervista al sociologo internazionalista Unai Vázquez Si fa sem­pre più forte la crisi strut­tu­rale dello Stato spa­gnolo. Nei Paesi baschi, la sini­stra indi­pen­den­ti­sta, alle prese con un con­tro­verso pro­cesso di pace “uni­la­te­rale”, governa diverse ammi­ni­stra­zioni locali ed è in forte ascesa elet­to­rale. Nono­stante le grandi dimo­stra­zioni d’appoggio cit­ta­dino, l’ostruzionismo con­tro la stra­te­gia indi­pen­den­ti­sta del “Diritto a deci­dere” non si smuove di un cen­ti­me­tro. Il governo con­ti­nua a usare l’annientamento poli­zie­sco del “nemico interno” per non lasciarsi scap­pare l’appoggio…
La città di Til Hemîs nel cantone di Cizîrê nel Rojava, Kurdistan occidentale è stata completamente liberata al settimo giorno delle operazioni da parte delle YPG/YPJ(Unità di protezione del  popolo/delle donne). La zona Til Hemîs è stata utilizzata dai gruppi di ISIS come il loro quartier generale nel cantone di Cizîrê. L’operazione congiunta per liberare la regione è stata lanciata il 21 febbraio notte ed vi hanno partecipato le unità delle YPG/YPJ affiliate al Consiglio militare siriaco, le forze del…
Tra le montagne della zona nord del Chiapas, in Messico, si snoda la tortuosa strada che da Ocosingo porta a Palenque, all’interno di un enorme polmone verde dove si nascondono tante delle bellezze naturali della selva del sud-est messicano. Tra queste le cascate di Agua Azul, noto centro di eco-turismo confinante con la comunità indigena tzeltal di San Sebastian Bachajón. Gli uomini e le donne della comunità di Bachajón lottano da anni contro l’esproprio delle loro terre, minacciate da un mega-progetto che,…
A 5 mesi esatti dalla scomparsa dei 43 normalistas della Scuola Normale Raul Isidro Burgos, si è svolta ieri la “nona giornata di azione globale per Ayotzinapa”, che ha visto mobilitarsi decine di città messicane e oltre 20 città in tutto il mondo.Diverse migliaia di persone hanno partecipato alla manifestazione che si è svolta a Città del Messico "contro l'indifferenza e l'abbandono", marciando dall'Angelo dell'Indipendenza al Paseo de la Reforma (a pochi metri dal palazzo presidenziale), decise ancora una volta…
Nelle ultime ore in Palestina una Moschea e una chiesa sono state date alle fiamme, un giovane ucciso dalle forze d'occupazione nel campo profughi di Dheisheh. Militarizzazione, violenza dei coloni, discriminazioni: questa è la vera natura dell'occupazione israeliana in Palestina. Nella giornata di ieri la Moschea di Al-Jabaa, nei pressi di Betlemme, è stata incendiata durante la notte e scritte razziste sono apparse sui muri della stessa. Anche la comunità cristiana palestinese è stata in queste ore attaccata nei suoi…
Avanzata su tutti i fronti negli scorsi giorni per i combattenti del Rojava libero che, riconquistati i territori liberati dalla Rivoluzione del 2012, possono ora porsi nuovi e più ambiziosi traguardi. La controffensiva seguita alla vittoriosa resistenza di Kobane ha portato alla liberazione della città, in cui ora stanno gradualmente rientrando migliaia di sfollati; un sistema di assegnazioni coordinato dalle Mala Gel (Case del Popolo) sta permettendo a costoro di trovare riparo in una serie di complessi bonificati e resi…
Pagina 1 di 155